Will & Grace, Criminal Minds, How I Met Your Mother: Facce da SerieTiVu

di Nello Napoli Commenta

Oggi festeggiamo il Natale con la seconda tappa della nostra nuova rubrica, Facce da SerieTiVu, in cui diamo la possibilità ai lettori e agli autori di raccontare qualcosa di sé e delle serie più amate o che si vorrebbero rivedere. A seguire la scheda sarà la mia, che come tanti altri, ci metterò la faccia.

Nome: Nello

Età: 26 anni

Tre SerieTiVù preferite:

Will & Grace | Credo non ci sia molto da dire, per quello che è stato un fenomeno mediatico per ben 8 anni. La serie racconta l’amicizia di un gruppo, i cui due protagonisti maschi sono omosessuali, e i loro amori, le loro liti e i problemi con famiglie e lavoro. Senz’alcun dubbio, è stato un progetto che si può definire unico nella storia della televisione, il cui l’ottimo cast, dalla chimica perfetta, lo ha reso indimenticabile agli occhi dei fans.

Criminal Minds | Essendo io un fanatico del genere poliziesco e giallo, non potevo non esprimere la mia preferenza per uno degli show che a parer mio rende più eccitante il genere. La serie ruota attorno al BAU, un dipartimento della CIA che si occupa di studiare il comportamento criminale e, attraverso l’analisi del profilo del soggetto, rintracciare e fermare il cosiddetto SI. Attualmente, e per mia fortuna, la serie è in onda con l’ottava stagione.

How I Met Your Mother | La divertentissima e articolata sitcom della CBS che racconta, attraverso innumerevoli aneddoti e storie, come il protagonista arrivi a conoscere la futura madre dei suoi figli. Il pregio indiscusso di questa serie, probabilmente, si deve per lo più agli autori che sviluppano attorno ai personaggi delle storie e una psicologia molto particolare oltre che efficace, con un cast dinamico e mai scontato.

SerieTiVù meno apprezzata: So che attirerà le ire dei fans su di me, ma la serie che ho meno apprezzato della storia della tv è senza dubbio stata Lost, anvendola trovata sopravvalutata per molti versi – e la conclusione mi ha dato ragione. Lo show racconta di un gruppo di profughi che per via di un incidente aereo finisce su un’isola, apparentemente deserta, cercando di sopravvivere tra presenze sovrannaturali e dinamiche di gruppo a volte scontate, altre forzate. Secondo me, il problema vero della serie è stato il voler infilare a forza qualsiasi genere: dal giallo al sovrannaturale, dallo storico allo sci-fi, senza però avere né il tempo né il modo pdi approfondire ognuno di essi (senza dimenticare la lentezza narrativa quasi opprimente).

SerieTiVù indimenticabile: Senza alcun dubbio, e molti si troveranno d’accordo con me, Sex & The City, che ha fatto innamorare, crescere e sognare una infinità di spettatori, il cui eterno affetto per la serie, li e ci spinge a desiderare ancora nuove storie, anche se ormai il progetto si può definire azzolutamente concluso, soprattutto dopo i due lungometraggi per il grande schermo.

Scena preferita: Senza alcun dubbio, l’addio di Jack e Karen a tutti i fans di Will & Grace, con le parole di una delle canzoni più belle della storia, Unforgettable, che qui di seguito vi ripropongo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>