The Sandman da fumetto a serie

di R. Staiano Commenta

un viaggio onirico da graphic novel a serie tv. The sandman metterà in gioco diversi elementi e sarà disponibile su Netflix.

Dall’opera fumettistica graphic novel creata da Neil Gaiman per DC Comics a serie tv sulla piattaforma streaming mondiale Netflix. Il creatore di Sandman ha commentato l’evento con queste parole:

Sandman è nato come un gioco di parole sui molteplici significati della parola “sogno”. Ci sono i sogni che facciamo la notte quando chiudiamo gli occhi, ci sono i sogni intensi come speranze e aspirazioni e ci sono sogni come storie che ci raccontiamo per dare un senso al mondo. E il fatto che sia riuscito a passare da un significato all’altro di “sogno” è stato il motore della serie

Ma di cosa parla quest’opera? Beh la trama: il signore dei sogni viene invocato e catturato dagli umani. Una volta tornato libero però si accorge che i veri problemi sono appena cominciati. Un mix onirico di leggende, fantasia e drammi storici si mixano alla finzione contemporanea.

Alla produzione oltre ovviamente a Neil Gaiman ci saranno ad  affiancarlo Allan Heinberg e David S. Goyer. La data di uscita non appare alla fine del trailer ma si presume che il prossimamente sarà il 2022. Gaiman ha riposto molta fiducia sulla sua opera e pensa che agli amanti dei fumetti piacerà sicuro e che il protagonista, l’attore Tom Sturridge, diventerà una star già dalla prima stagione. Date anche un occhiata a questi fantastici character posters realizzati per l’annuncio della serie dedicati a Dream, Death e Desire

Dunque le aspettative per questa serie sono state alzate dalle parole di Gaiman e speriamo vivamente che possa piacere anche ai non conoscitori della graphic novel, perché le premesse per vedere un’ottima serie tv ci sono tutte. Le atmosfere di Sandman sono abbastanza uniche e rivederle a schermo potrebbe dunque giovare anche a Netflix stessa che aumenterà ulteriormente il suo già smisurato lustro nel mondo. Voi siete fan del fumetto?  Vi è piaciuto? Guarderete questa serie anche senza aver mai letto nulla di Gaiman? Se avete voglia potete rispondere a tutte queste domande nella sezione commenti, siamo sempre curiosi di sapere cosa ne pensa il pubblico per debutti come questi che solitamente comportano una certa responsabilità perché tocca soddisfare due pubblici esigenti: quello dei fumetti e quello delle serie tv.

FONTE1FONTE2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>