Switched at Birth 2, Katie LeClerc: “La realtà alternativa? Un incubo”

di Felice Catozzi Commenta

Switched at Birth Daphne e Bay

Nella puntata di Switched at Birth in onda lunedì prossimo negli Stati Uniti ci verrà mostrata una realtà alternativa, cosa sarebbe successo se Regina (Constance Marie) avesse detto ai Kennish e a tutto il mondo la verità sullo scambio delle bambine (attenzione, seguono spoiler).

Dopo i momenti drammatici dell’episodio di lunedì scorso – chiusosi con Regina (Constance Marie) e John (D.W. Moffett) che litigavano, fin quando l’uomo non è stato colto da un infarto – l’episodio in onda dopodomani ci mostrerà la fantasia di John sul come sarebbe stato se lo scambio di Daphne e Bay non fosse rimasto nascosto per tutto questo tempo.

In attesa di vedere i nostri protagonisti all’opera Katie LeClerc anticipa che le cose non sarebbero state per niente belle:

In questo mondo fantastico, la famiglia non si sarebbe presa il tempo di ‘connettersi’ l’uno all’altro, molte circostanze sono simili a quelle che una famiglia attraversa, ma in questo episodio scopriremo come tutti sono meso coesi, meno uniti e molto più infelici.

L’attrice anticipa che se nella realtà la relazione di Bay e Daphne ha i suoi alti e bassi, nella fantasia è del tutto inesistente e che Daphne sarà completamente cambiata, grazie ad un impianto cocleare non conosce il mondo dei sordi, spende e spande a piene mani e farebbe di tutto per elevare il suo status:

Daphne si veste come Gossip Girl ed è cattivissima, Jon e Kathryn si sono persi i primi tre anni della sua vita e quindi hanno compensato dandole molto più di quello che volesse, e Bay sarà molto gelosa.

Con questo episodio vogliamo dire che è la tua famiglia che ti rende felice e dopo aver sognato, John capisce che Regina ha fatto un ottimo lavoro con Daphne: forse ha paura che non avrebbe fatto un lavoro altrettanto ottimo, o forse la fantasia era un incubo, ma gli ha comunque fatto capire tante cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>