Sanctuary: intervista a Amanda Tapping e a Robin Dunne

di Enrico Nanni Commenta

Sanctuary

Recentemente Amanda Tapping e Robin Dunne hanno rilasciato alcune interessanti dichiarazioni nel contesto di un’intervista riguardante la serie che li vede protagonisti, Sanctuary.

I due attori sono stati in prima istanza interrogati su quello che sarà l'”andazzo” di questa seconda stagione, che, dopo aver dato uno sguardo alla premiere, sembra promettere alcuni cambiamenti, in particolare per quello che riguarda le dinamiche tra i personaggi.

Amanda conferma che le cose cambieranno, si faranno molto, molto più intense. Il motivo? Naturalmente la prima stagione è servita per introdurre i personaggi, il Santuario in sè, e le varie dinamiche interpersonali; adesso la serie inizierà a giocare in modo profondo con questi parametri.

Il tutto è confermato anche da Dunne. In particolare apprenderemo nuove sfaccettature che andranno a caratterizzare ciò che intercorre tra Magnus e Will. Per lui l’esperienza di Sanctuary è stata assolutamente innovativa, eccezionale, una novità per la sua vita e per la sua carriera.

Anche per la Tapping è la stessa cosa: impersonare un personaggio interessante ed eccentrico aumenta il suo entusiasmo nel tuffarsi in questa seconda stagione, dopo aver comunque impersonato una donna in cui spiccano forza e femminilità.

L’attrice sottolinea la sinergia professionale e personale che si è venuta a creare con Dunne, e il modo in cui sono crescuti insieme nel corso della prima stagione. La sensazione, confermata dal collega, è quella di un ambiente e di un contesto lavorativo che diventano man mano più “sicuri“. Entrambi concordano nell’asserire che non si dovrebbe mai trascurare questa parte del lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>