Netflix pensa ad un investimento sui videogiochi

di R. Staiano Commenta

Sarà Mike Verdu ex dirigente di EA che ha lavorato anche per facebook ed il settore mobile a dirigere (forse) il gaming su Netflix.

Siamo nell’epoca in cui la concorrenza digitale è ormai spietata. I siti di streaming sono sempre più disparati e le piattaforme come Amazon Prime Video, Discovery, Disney+ ecc. si fanno sempre più forti. Netflix, che resta comunque una delle principali e forti di questo campo, ha deciso di adottare una nuova strategia che, per ora, non va ad intaccare la spesa sull’abbonamento da parte degli utenti. Sarà vero? Questo sarà solo il tempo a dircelo, intanto Netflix si prepara a far sbarcare i videogiochi sulla propria piattaforma e comincia con assumere un ex dirigente di Electronic Arts (EA).

Mike Verdu non ha lavorato solo a titoli come command & conquer per EA, ma è stato anche il responsabile del settore oculus per Facebook. Si appresta dunque a ricoprire il ruolo di Vice President of Game Development per Netflix, un big del settore che si guadagna un nuovo posto e la piattaforma per cui lavorerà con la sua assunzione fa capire da subito la serietà delle intenzioni in merito. Qualcuno pensa che comunque senza una comunicazione ufficiale da parte di Netflix, questa sia solo una notizia per giustificare un aumento dei prezzi previsto già da tempo. Altri invece pensano che vorranno dedicarsi al settore mobile essendo che Verdu ha già sviluppato giochi per smartphone in passato. Una cosa è certa, questa voce viene subito dopo quella dell’assunzione di N’Jeri Eaton per quanto riguarda il settore dei podcast, alimentando quella che ormai è una streaming war a tutti gli effetti. Dal nostro canto pensiamo che per ora a vincerla è Amazon Prime che con il rapporto qualità e numero di servizi / prezzo dell’abbonamento annuale abbia raggiunto un livello abbastanza alto, oltre al fatto di essersi messa in carreggiata con le produzioni originali grazie agli Amazon Studio ed ha già raggiunto un alto livello dell’intrattenimento gaming e variety grazie al possesso di Twitch, divenuta negli anni piattaforma streaming di successo adottata ormai anche da personaggi famosi.

I videogiochi comunque dovrebbero sbarcare su Netflix a partire dal 2022 secondo le voci indiscrete di Bloomberg, la prima piattaforma ad aver dato la notizia su queste intenzioni. Dunque se dovesse confermarsi come veritiera, presto gli abbonati Netflix si ritroveranno contenuti a tema videoludico che probabilmente decreteranno sicuro un aumento dell’abbonamento, perché lo sappiamo che Netflix non regala niente. Sarà il passo giusto per una piattaforma che negli anni si è confermata e mantiene ancora lo statuto di miglior intrattenimento seriale e cinematografico?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>