Netflix, ecco le serie tv da gustarsi durante il mese di aprile

di R. Staiano Commenta

Approcciamo al meglio il mese in corso, in modo da non lasciare nulla al caso

Nel corso della pandemia abbiamo imparato ad apprezzare tanti passatempi che prima sembravano praticamente scomparsi o dimenticati. Basti pensare a giochi come le carte, burraco oppure anche monopoli, giochi di società che hanno fatto registrare un vero e proprio boom nel corso degli ultimi mesi.

Netflix
Netflix

Merito senz’altro anche dei grandi passi in avanti che sono stati fatti a livello della tecnologia, che ha permesso a tali giochi di essere molto più facilmente accessibili sui dispositivi mobili rispetto a quanto avveniva in passato. Anche il gioco online è cresciuto tanto, grazie alla possibilità di usufruire di bonus gratis senza deposito, ma sono soprattutto le serie tv e i film a fare da padroni.

Prank encounters – Scherzi da brivido

Ecco una nuovissima serie tv, che è uscita entro i confini italiani lo scorso primo aprile, della cui conduzione se ne occupa Gaten Matarazzo, attore di Stranger Things, di cui non si sa ancora però la data di uscita della quarta stagione. Ciascun episodio di tale programma di scherzi, di cui alcuni sono veramente terrificanti, permette a due totali sconosciuti di godersi un’avventura davvero pazzesca.

La quotidianità di entrambi è del tutto normale, almeno fino al momento in cui le strade di questi due sconosciuti non si incontrano ed ecco che la loro missione diventa una vera e propria sorpresa che assume, man mano, dei contorni sempre più soprannaturali. Non c’è solo terrore, ma anche tanto divertimento, per una serie tv che indubbiamente fa della complessità e della ricercatezza un altro punto di forza.

I vestiti raccontano

Ecco un’altra serie tv del tutto particolare, la cui prima stagione viene trasmessa in Italia a partire dal primo giorno di aprile. Si tratta de “I vestiti raccontano”, in cui vengono narrate tante storie differenti che si riferiscono a dei particolari capi di abbigliamento, correlati a persone che hanno tratti e comportamento molto diversi tra loro. Così, ecco che tra capi e accessori, ogni cosa riveste un’importanza e diventa addirittura un simbolo per la vita di queste persone.

The Wedding Coach

Avete mai pensato a quanto è complicato organizzare un matrimonio? Ebbene, c’è qualche professionista che riesce sempre a creare delle cerimonie altamente spettacolari, in cui ogni dettaglio è al proprio posto e dove c’è la perfezione assoluta.

I matrimoni, con gli abiti di primavera che vanno pur sempre per la maggiore, rappresentano, in fin dei conti, sempre un ottimo motivo per fare baldoria e festeggiare, anche se rispetto a quello che sostengono tante riviste specializzate, organizzare degli eventi del genere non è affatto una passeggiata.

Ed ecco che la protagonista principale è la comica Jamie Lee che, dopo aver riuscito a malapena a raggiungere l’altare legato al proprio matrimonio, ecco che sostiene un’avventura decisamente divertente, e a tratti anche paradossale oltre che esilarante, in cui cerca di dare una mano a un gran numero di coppie proprio nella gestione dei matrimoni, provando ad aiutare a tenere bada ansia e stress e, piuttosto di frequente, anche delle aspettative piuttosto banali e ridicole di questo vero e proprio business.

In ciascun episodio di questa divertente serie, Jamie Lee viene accompagnata da un ospite comico differente e prova ad aiutare i novelli sposi ad affrontare sia la parte precedente rispetto alla cerimonia, quella ovvero in cui bisogna preparare tutto, e la parte dedicata al giorno stesso, mettendo a disposizione una prospettiva completamente rinnovata, modificando completamente la visione relativa all’industria dei matrimoni. L’obiettivo, in fin dei conti, è sempre e solo uno: ovvero provare a fare in modo che le varie coppie che devono affrontare tale passo non si focalizzino solamente sui drammi personali, ma possano capire l’importanza di avere una visione d’insieme più equilibrata e serena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>