Netflix e non solo hanno aumentato il costo degli abbonamenti

di pask Commenta

brutte notizie per gli abbonati anche di spotify.

Brutte notizie per gli amanti del colosso dello streaming Netflix. A quanto pare in data odierna c’è stato un rialzo del costo degli abbonamenti. Si parla di cifre irrisorie, ma inevitabili. In un mondo sempre più digitale, chi produce intrattenimento deve pur trarre profitto da quello che viene tramesso. Calcolando che le copie fisiche vengono sempre più snobbate, perché a quanto pare dobbiamo abituarci a questa cosa forzatamente, e con la crisi del settore da coronavirus, gli aumenti sono all’ordine del giorno. Se poi ci aggiungete che Netflix è un brand predominante e fa un po’ come gli pare allora ecco che piano piano, dollaro per dollaro, gli utenti vengono intortati e si ritroveranno a pagare abbonamenti come qualsiasi altra bolletta di utenze più necessarie alla vita. Certo è che i rischi di avere disdette per questo sono alti, ma tranquilli i rialzi servono anche a questo, coprire le spese di chi abbandona. Una mossa che comunque Netflix potrebbe pagare cara, nel periodo in cui Amazon Prime Video diventa sempre più apprezzata. Il rialzo è già stato fatto negli USA ed il costo è di 14dollari al mese per la standard e 18dollari per il premium. Gli utenti europei possono ancora star tranquilli, anche se il passato insegna che a distanza di alcuni mesi tali aumenti si riversano pure nelle tasche europee. Qualcuno dirà “Ma sono solo 2 dollari” ma se per esempio pensate alle autostrade che con 10 centesimi alla volta sono arrivate a costare più di 2€uro.

C’entra poco con il sito, ma era doveroso riportare che anche gli utenti di Spotify subiranno lo stesso destino di quelli Netflix. L’unico sospiro di sollievo è che in questo caso si tratta solamente di piani futuri e della volontà di ritoccare il piano di abbonamenti premium, quelli senza interruzioni pubblicitario. Ci sono però alcuni mercati dove questo “inevitabile” a detta loro, aumento, abbia risposto in maniera positiva e che quindi in futuro è quasi certo che questo accada. Parliamoci chiaro, tutti i servizi digitali prima o poi arriveranno ad avere un costo importante, però se posso dare un suggerimento, AMAZON resta ancora la scelta più valida per i servizi che offre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>