Netflix e l’eventualità di sospendere gli abbonamenti condivisi

di pask Commenta

L'azienda vorrebbe sospendere questa opzione a causa delle enormi perdite economiche.

Uno dei punti di forza e che ha regalato successo a Neflix è sicuramente la possibilità di condividere l’account con altre persone, ma se questo fosse anche uno dei punti deboli?

Cattive notizie per gli abbonati che condividono la propria password con amici e parenti. Netflix ha espresso la volontà di voler cancellare questa possibilità, un fenomeno che è dilagato più del previsto (cosa si aspettavano?) e che ha portato l’azienda a spingere l’ipotesi di una sospensione di questo servizio.

I danni economici

Una perdita troppo alta nell’anno appena concluso per i dirigenti del servizio streaming più famoso al mondo. Il 2019 si è quindi concluso con un -9miliardi di dollari a causa di questa pratica che permetteva la condivisione degli account più costosi.

A fronte di questa perdita è stata fatta una previsione per il 2024 ed i dati non sono rassicurati, dato che la cifra in negativo sarebbe destinata a salire fino a 12.5miliardi. Stime che si basano su una piattaforma che conta 160milioni di iscritti e che equivale al 10% minimo in perdita, non poco, si tratta di una cifra importante ed è per questo che si rischia la cancellazione di questo servizio.

Indubbiamente gli iscritti non saranno contenti di questa cosa, come potrebbero, ma d’altronde se basi la tua utenza su certe abitudini potresti anche rischiare grosso dopo una decisione del genere. Molte persone potrebbero cancellare direttamente l’abbonamento e quindi ci sarebbero ulteriori perdite in tempi economici. Una decisione non facile quindi per i vertici.

L’unica alternativa è continuare a permettere questa condivisione con gli abbonamenti meno costosi, ma qualcuno potrebbe comunque non essere contento. I meno fedeli comunque avrebbero l’imbarazzo della scelta con una concorrenza sempre più agguerrita del settore.

Personalmente consiglio il servizio di amazon prime che, grazie ad un costo che equivale a 2 mesi di abbonamento massimo di Netflix, si possono avere molteplici servizi compreso Prime Video che diventa sempre più fornito di contenuti esclusivi ma soprattutto di qualità. Il mercato libero è spietato si sa e le persone magari comprenderebbero la necessita di uscire dall’ottica “only Netflix”

Di sicuro questo mercato fatto di molteplici abbonamenti potrebbe essere distruttivo per le aziende stesse, nessuno alla fine riuscirà mai a pagare centinaia di abbonamenti. Chi sopravvivrà?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>