Netflix aumenta il costo dell’abbonamento

di R. Staiano Commenta

Saranno contenti gli abbonati Netflix di sapere che le loro tariffe subiranno presto un nuovo "piccolo" aumento nel canone mensile?

Vi ricordate quando, in questo articolo, vi abbiamo parlato della volontà da parte di Netflix nel cancellare la condivisione account? Bene, oggi gli utilizzatori della piattaforma streaming di serie tv, film e giochi in digitale sta per aggiungere un altro “problema” ovvero l’aumento del canone da pagare. Saranno contenti gli abbonati? Forse no, ma fatecelo sapere nei commenti.

Il nostro obiettivo principale è offrire un’esperienza di intrattenimento che superi le aspettative dei nostri abbonati. Stiamo aggiornando i nostri prezzi per riflettere i miglioramenti che apportiamo al nostro catalogo di film e di show e alla qualità del nostro servizio e, cosa ancora più importante, per continuare a dare più opzioni e portare valore ai nostri abbonati. Proponiamo diversi piani di abbonamento affinché ciascuno possa trovare l’opzione più soddisfacente per le proprie esigenze.

Queste sono le parole del portavoce che in qualche modo tentano di giustificare l’ennesimo piccolo (a morsetti) aumento del canone di abbonamento. Certo è che per molti utenti un aumento così irrisorio potrebbe risultare ridicolo e senza problemi da sostenere, però pensateci come tante aziende campano di questo con un pizzico alla volta. Poi diciamocelo, Netflix ultimamente si è impegnata molto nel produrre opere originali scadenti e/o cancellare serie tv ugualmente non all’altezza, spesso a scapito di cancellazioni avvenute anche verso opere molto valide che cadono in questo fare aggrovigliato in cui la piattaforma è finita. Certo qualche serie valida da vedere c’è eccome: basti pensare a The Witcher e Stranger Things che stanno per ricevere anche nuove stagioni o Chiamatemi Anna che nonostante la cancellazione potrebbe rivelarsi un piccolo gioiello per molti che la ignorano e comunque ha un finale valido.

Parlando del tariffario dunque ecco quale sarà il nuovo piano per gli abbonamenti: la standard aumenta di 1euro passando da 11,99 a 12,99 al mese per un totale di 12euro aumentati all’anno. Un aumento di 2euro al mese invece per la tariffa premium che passa da 15,99 a 17,99 che calcolati annualmente sono 24euro in più che pagheranno gli abbonati. L’unica tariffa che non ha subito questa variazione resta la base che si mantiene sugli 7,99 euro al mese. Certo il futuro di Netflix promette sempre nuove opere che inizialmente si discutono per essere valide, ma il flop potrebbe sempre essere dietro l’angolo come spesso è capitato e questo agli abbonati potrebbe fare meno piacere del solito. Considerando poi la mossa coraggiosa vista la concorrenza molto agguerrita di altri servizi.

FONTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>