The Mentalist 7, intervista a Bruno Heller e Robin Tunney

di Antonio Ruggiero Commenta

Subito dopo il salto, alcune dichiarazioni sul finale di The Mentalist rilasciate da Bruno Heller e Robin Tunney.

The Mentalist 7

Sul serial killer dell’episodio, Heller ci spiega:

Il nickname dell’uomo è Lazarus ed ha una vera e propria ossessione per i sensitivi e quello che abbiamo realizzato con lui è qualcosa di eccezionalmente forte, pari come intensità emotiva a quella suscitata da Red John e per il pubblico credo che sia una maniera interessante per chiudere il cerchio.

Sul finale di stagione, Robin Tunney ci rivela:

Il ritmo dell’episodio mi è piaciuto molto, dato che è iniziato in un punto particolarmente oscuro per garantire non solo il lieto fine, ma anche a Jane e Lisbon la possibilità di cominciare una nuova vita insieme.

Sulle emozioni legate allo show, la Tunney conclude:

Girare le scene dell’episodio finale è stato di grandissimo impatto emotivo per me, questo è il lavoro più importante della mia vita e le persone con cui ho collaborato sono ormai come una famiglia e mi mancherà tantissimo Lisbon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>