Mediaset e Netflix raggiungono un accordo di collaborazione

di Roberto S. Commenta

Si rumoreggiava da tempo di un accordo tra la nostrana Mediaset ed il colosso Netflix per una collaborazione tra le emittenti.

La notizia era partita da un rumor di Bloomberg che citava alcune fonti anonime che non rendevano ancora la notizia ufficiale al 100%. L’accordo per i prossimi anni tra Netflix e Mediaset prevede la produzione di sette film. Ne aveva parlato pochi giorni fa anche il post con questa breve notizia.

A confermare i rumor, tra le tante testate, c’è stata Vanity Fair (fonte in basso all’articolo). Confermata quindi la produzione per sette film originali italiani disponibili sulla piattaforma nel 2020 ed in chiaro dopo 12 mesi. Mentre le major del cinema non sono molto aperte alla collaborazione, le piccole emittenti come mediaset vogliono invece sfruttare la cosa per portare nuovi contenuti originali nei propri canali.

Quali saranno i film?

Il divin codino un film sulla leggenda del calcio italiano Roberto Baggio interpretato da Andrea Arcangeli, doveroso omaggio al “codino” che ha fatto sognare milioni di italiani con le sue prodezze. L’ultimo paradiso film ha come protagonista Riccardo Scamarcio e dovrebbe trattare la storia di un amore ambientato negli anni 50.

Al di là del risultato una storia di amicizia ambientata nel mondo degli ultras durante le ultime settimane di campionato, prodotta da Indigo Film per la regia di Francesco Lettieri. Sotto il sole di Riccione prodotto da Lucky Red e diretto da Younuts!, la storia di amicizia di un gruppo di teenager in vacanza che chiude il cerchio che Enrico Vanzina aveva descritto trentacinque anni prima in Sapore di mare. Sulla stessa onda diretto da Massimiliano Camaiti e prodotto da Cinemaundici che parla di un’avventura estiva nata sotto il sole siciliano e che si trasformerà presto in una dolorosa storia d’amore.

Un accordo del genere è storico, per la prima volta la rete italiana gestita dalla famiglia Berlusconi raggiunge un accordo con quello che apparentemente dovrebbe essere un’emittente concorrente. L’unione di queste due forze porterà sicuramente a dei cambiamenti nella tv italiana. Farà conoscere nel mondo ancora di più le produzioni nostrane, perché difatti i film verranno trasmessi in tutti i Paesi dove Netflix è attivo.

Per Pier Silvio Berlusconi è un onore esportare il Made in Italy insieme ad una società innovativa come Netflix. Sarà la porta che aprirà ad un futuro continuativo di produzioni originali?

Fonte: Vanity Fair

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>