Matt Bomer e Tim De Kay parlano di White Collar

di Azzurra Lorenzini 1

white collar

Matt Bomer e Tim De Kay hanno partecipato ad una conferenza per parlare del ritorno di White Collar.

Il giornalista chiede se sia una coincidenza che l’attrice che interpreta il ruolo di Kate somigli un sacco a Tiffani Thiessen. Tim De Kay afferma di non aver mai notato la somiglianza, ma che, adesso che ci fa caso la nota e trova che forse gli autori avevano qualche asso nella manica a lui ignoto…

L’intervistatore continua chiedendo come questo sospetto tra i due personaggi abbia mutato la serie. Matt Bomer sostiene che il fatto porterà ad una risoluzione molto presto, verso la seconda metà della stagione.

Riguardo lo sviluppo dei personaggi rispetto all’aumento della fiducia  e del senso di protezione tra Neal e Peter, Tim afferma che la protezione da parte di Neal di Peter è un pò egoistica. Sta proteggendo sè stesso poichè prese lui la decisione di farlo uscire; ma col passare del tempo ha conosciuto Neal da un altro punto di vista e ha visto del potenziale in lui.

De Kay riguardo allo stile utilizzato nella serie afferma che Stephanie Maslansky, la loro costumista ed il resto degli addetti al vestiario facciano un grande lavoro. Gli hanno fatto indossare abiti di Burberry e dei Brooks Brothers. Non sono troppo vistosi. Egli afferma che azzardano un pò con le cravatte e che, ogni qualvolta succede, la cosa finisce sui network USA. Tim adora indossare abiti eleganti sulla scena, perchè non lo fa quasi mai nella vita reale. Matt Bomer sostiene di essere un ragazzo da jeans e t-shirt nella vita quotidiana e che, proprio per questo, indossare abiti eleganti lo fa calare maggiormente nel personaggio. Inoltre indossare un abito fa sì che gli altri ti portino più rispetto.

I due ammettono di avere una buonissima relazione anche fuori dal set.Non c’è un giorno in cui non abbiano riso assieme e ringraziano gli autori per l’opportunità di poter lavorare assieme.

Il giornalista chiede agli attori come la sceneggiatura influenzi la loro performance. Matt Bomer afferma che il testo è tutto; è quello che ti informa e ti dà le giuste coordinate; poi è l’attore a metterci la propria creatività.

Matt e Tim sostengono che dal resto della serie ci dovremo aspettare molta violenza , incidenti stradali e molte morti.

L’intervistatore chiede a Tim De Kay come si svolge una tipica giornata sul set di White Collar. Egli afferma che inizia molto presto e che in una giornata si cerca di girare dalle sette alle dieci pagine. Le scene vengono girate sia sul set che in vari appartamenti, ognuno con una propria storia.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>