Appuntamento pieno di novità dal Television Critics Association Tour 2013, ieri è stato il turno di ABC: vi riassumiamo i punti principali tra serie vecchie e nuove e le novità del futuro.

Partiamo dagli insuccessi, il presidente di ABC Paul Lee si è detto insoddisfatto che nessuno dei grandi successi autunnali – Revolution e Arrow – sia di ABC, costretta invece a fare i conti con il fiasco di Last Resort e 666 Park Avenue e con il mezzo insuccesso di Nashville:

L’insuccesso di 666 Park Avenue ci ha sorpreso, aveva fatto molto bene negli screening e c’era una grossa porzione di pubblico che si era detto disponibile a vederlo, mentre Last Resort aveva un forte pubblico maschile mentre non ha ‘cliccato’ con le donne

Nashville non è stato invece in grado di crearsi un’audience forte nelle fasce di interesse, ma ha una sua fetta di telespettatori e lo promuoveremo al meglio.

Qualche disappunto arriva anche da Happy Endings e Don’t Trust the B—- in Apartment 23:

Amiamo questi show e pensiamo possano crescere al martedì, abbiamo trasmesso degli episodi di domenica per dargli una chance in più: non abbiamo ancora deciso sul rinnovo, ma ripeto: amiamo questi show.

Tra gli show positivi, Modern Family, Scandal e Revenge:

Shonda è appassionatissima del suo nuovo show, e bisogna renderle merito che è riuscita a creare qualcosa di differente da Grey’s Anatomy; su Revenge, invece, posso dire che forse ha perso un po’ la sua strada, ma Mike Kelley è eccitato per le storyline che si concentreranno sui personaggi principali e sul loro viaggio emotivo.

Chiudiamo con la novità S.H.I.E.L.D., la produzione del pilot è stata accelerata e lo show sarà disponibile per gli screenings prima dialtre produzioni:

Non abbiamo ancora visto il pilot, ma siamo molto speranzosi che possa diventare una serie vera e propria, da programmare in qualsiasi slot:la sceneggiatura è fantastica, molto incentrata sulle relazioni uomo/donna e anche sull’azione: sarà uno show che potranno vedere i genitori con i loro figli, un po’ come Once Upon A Time: il pilot è molto whedoniano, e Joss – che ha una grande capacità di mischiare generi – è molto legato al progetto e sta già lavorando a delle sceneggiature aggiuntive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>