Kaley Cuoco comincia ad odiare il ruolo di Penny

di R. Staiano Commenta

toc toc toc Penny! Questa frase sta letteralmente perseguitando la vita dell'attrice di Kaley Cuoco che riceve continue bussate.

L’attrice Kaley Cuoco è stata fondamentale nella serie tv The Big Bang Theory. La sua presenza ha infatti assicurato alla serie l’enorme successo riscontrato e che ormai tutti conosciamo. Ci ha regalato gag esilaranti con il co-protagonista e vicino di casa Sheldon Cooper interpetrato da Jim Parsons. Il suo status di celebrità ha raggiunto livelli altissimi, tanto che la stessa attrice ha dovuto ammettere di essere vicino al punto di non sopportare più il personaggio che ha interpetrato proprio a causa di una delle gag più famose avvenuta più volte con Sheldon.

La scena, che abbiamo detto è stata ripetuta altre volte divenendo una delle più iconiche della serie, in questione è quando l’amico e vicino Sheldon si recasse nel suo appartamento. Una volta arrivato sulla soglia della porta di casa, inscenava una delle sue numerose ossessioni di cui appunto la bussata a ritmo di 3 Toc Toc che ha portato poi alla creazione di numerosi meme col tema “knock knock knock Penny!“. Tutto bello per noi nel ricordare scene come questa, che sicuramente ci hanno strappato un sorriso sincero soprattutto la prima volta. Peccato però che Kailey Cuoco sembri subire una vera e propria onta a causa di questa scena. Infatti racconta di episodi che ormai le capitano continuamente dove i fan la fermano per strada bussando su qualsiasi superficie, vetrina, porta di negozi in cui magari l’avvistano. Si parla addirittura di fan che la tocchettano direttamente addosso.

Ora qualcuno penserà che la Cuoco sia un’ingrata visti i guadagni ed il successo che ha ricavato grazie alla serie, ma purtroppo questi sono problemi da star non da poco. A nessuno piace essere torturato continuamente con una frase pronunciata, persino tra amici quando capita è fastidioso. Immaginiamo ora centinaia di persone che per strada si avvicinano importunando a questo modo. Un po’ come il caso nostrano di Luca Ward, che seppur utilizzi solo la sua voce per doppiare, ha raccontato di ricevere continuamente richieste di pronuncia su frase del film Il Gladiatore tra cui il gettonato monologo di quando Russel Crowe si presenta per la prima volta all’imperatore e comincia dicendo “Sono Massimo Decimo Meridio, comandante ecc.. ecc.

La sua carriera resta però rosea ed infatti ha avuto anche una candidatura ai Golden Globes per la partecipazione a The Flight Attendant, oltre ad essere in lizza per un film che decostruisce il concetto di commedia romantica americana e che si intitolerà “Meet Cute“.

FONTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>