Il nuovo trailer della Famiglia Addams e le polemiche su Gomez

di R. Staiano Commenta

Netflix pubblica l'audace e sanguinoso trailer ufficiale di Mercoledì Addams. Intanto commenti poco carini sull'attore di Gomez.

Oggi, un giorno dopo aver condiviso alcune nuove foto promozionali per la serie, Netflix pubblica finalmente il primo trailer ufficiale del mercoledì. La scena di apertura mostra Mercoledì che perseguita i corridoi della satirica Nancy Reagan High School e lascia cadere due sacchi di piranha in piscina durante gli allenamenti di nuoto per vendicarsi dei bulli di suo fratello. Per ovvi motivi, viene trasferita alla Nevermore Academy, dove Morticia e Gomez si sono incontrati, e dove può finalmente inserirsi tra i coetanei che la capiscono. Ora che è circondata da “mistero, caos e omicidio“, potrebbe aver davvero trovato il posto a cui appartiene.

Sebbene sia presentato in un modo classico burtonesco che cavalca il filo del rasoio dell’essere adatto alle famiglie, il trailer di Mercoledì fa una grande dichiarazione: lo spettacolo non ha affatto paura di diventare sanguinoso e oscuro. Sebbene sia presentato in stile quasi da cartone animato, il trailer presenta più o meno esplicitamente un ragazzo adolescente che si fa sbranare l’inguine da un piranha. Questa è una dichiarazione di intenti coraggiosa per la serie, che sta cercando di portare la famiglia Addams a un tono più oscuro e leggermente più maturo, ma non per questo meno divertente. Questo trailer sembra perfettamente progettato per attirare i fan della famiglia Addams che vogliono un po’ più di morso dopo la coppia di film d’animazione estremamente adatti alle famiglie pubblicati dalla Universal nel 2019 e nel 2021. Anche mercoledì sembra essere un ritorno alla forma per Tim Burton.

Per quanto riguarda Luis Guzmán l’attore che vestirà i panni di Gomez, il padre di Mercoledì, i commenti non sono stati affatto carini. Dopo aver mostrato la prima foto ufficiale della serie, visibile in basso, si è scatenato un turbinio di commenti poco carini nei confronti del personaggio. Tanto per darvi un’idea è stato definito anche “orribile”. Ora premesso che Luis è una persona che ha quasi 70 anni, possiamo dire invece che sia dal trailer che dalle foto è abbastanza fedele al personaggio dell’opera originale. Tolto anche il fatto che abbia una lista di film e serie girati parecchio lunga, resta l’amarezza per le cattive parole. Nell’epoca in cui, se qualcuno si azzarda a dire qualcosa ad una persona di colore, omosessuale o di sesso femminile, si scatena il putiferio è veramente triste notare quanto questo non accade se a ricevere tali commenti è semplicemente un uomo. La parità a convenienza è un male tanto quanto il razzismo, l’omofobia e la misoginia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>