Glee, trovato morto Mark Salling si ipotizza il suicidio

di Antonio Ruggiero Commenta

È stato trovato morto Mark Salling, noto per aver interpretato Noah Puckerman nella serie televisiva Glee e sebbene le forze dell'ordine non abbiano confermato la versione di TMZ, pare che l'attore si sia suicidato.

È stato trovato morto Mark Salling, noto per aver partecipato alla serie televisiva Glee; secondo TMZ, l’attore si sarebbe suicidato impiccandosi ed il suo corpo sarebbe stato trovato vicino ad un campo da baseball poco distante dalla sua abitazione, dopo che la famiglia aveva dato l’allarme in seguito alla sua scomparsa.

Mark Salling era stato negli scorsi mesi al centro di una incresciosa vicenda, dato che si era dichiarato colpevole nel processo che lo vedeva accusato di possesso di materiale pedopornografico ed era prevista proprio ad inizio marzo la sentenza che si sarebbe potuta trasformare in una condanna fra i quattro e i sette anni di carcere.

L’attore che aveva interpretato Noah Puckerman nella serie televisiva Glee, era comparso in tutte e sei le stagioni che sono andate in onda dal 2009 al 2015 e la sua morte alimenta quella che ormai è ribattezzata come la maledizione dello show, basti pensare al suicidio di Cory Monteith, che è stato trovato nel 2013 senza senza vita in una stanza d’albergo stroncato da un’overdose di alcol e droga ed alla morte di Matt Bendick, fidanzato della star della serie Becca Tobin, avvenuta nel 2014. Non vogliamo essere superstiziosi, ma speriamo davvero che questo terribile ciclo si fermi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>