Game of Thrones 5, George R.R. Martin interviene sulla scena dello stupro di Sansa

di Chiara Lagana Commenta

La scorsa puntata di Game of Thrones è stata caratterizzata da una discussa scena di stupro, talmente forte che molti fan stanno considerando di smettere di vedere la serie TV tratta dai libri di George R.R. Martin. Ed è lo stesso autore a intervenire nel suo blog, ecco cos’ha scritto.

Game of Thrones 5, Sansa e Ramsay

La scena ha fatto arrabbiare parecchi fan anche perché non è presente nel libro, secondo quanto si legge su TVLine: lo stupro di Sansa non è presente nella serie di Martin e non rispetta quello che l’autore ha scritto visto che Sansa Stark sposa Jeyne Poole, un carattere minore che è apparso solo nella prima stagione.

A difendere la scena in questione, Sansa viene stuprata di fronte agli occhi inerti di Theon, lo stesso George R.R. Martin:

Ci sono state delle differenze fra i romanzi e lo show sin dal primo episodio della prima stagione. E da allora parlo dell’effetto farfalla: piccoli cambiamenti hanno portato a cambiamenti più grandi e cambiamenti enormi. HBO ha prodotto più di 40 ore per adattare i miei romanzi estremamente complessi e molto lunghe con strati di trama e sottotrama, i loro cambiamenti e le contraddizioni e i loro narratori poco credibili, i punti di vista, le ambiguità e un cast di centinaia di attori. La prosa e la TV hanno forze diverse, differenti debolezze, richieste distinte. David, Dan e Bryan e l’HBO stanno provando con le loro possibilità una delle serie Tv migliori.

Martin non parla direttamente della scena dello stupro, che potete vedere su YouTube a quest’indirizzo, ma parla di tutti i cambiamenti, ma è chiaro che il suo pensiero era rivolto agli ultimi minuti del sesto episodio della quinta stagione di Game of Thrones.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>