The Following, evento presentazione del cofanetto della prima stagione

di Nello Napoli Commenta

The Following 2

In occasione dell’imminente uscita del cofanetto della prima stagione completa di The Following, il 13 febbraio in formato DVD e Blu-Ray Disc, Warner Bros. Entertrainment Italia ha organizzato un interessante e piacevole incontro con la stampa nazionale per presentare l’attesissimo cofanetto. SerieTiVu ci è stata per voi.

Nel corso dell’incontro è stato mostrato l’episodio pilota nella sua versione in alta definizione, insieme a molti contenuti extra. Inoltre all’evento era presente la famosa criminologa Roberta Bruzzone che insieme al giornalista Marco Spagnoli, hanno parlato della serie e di alcuni aspetti del confronto con la realtà. Vi lasciamo quindi ai punti più interessanti proposti dalla Bruzzone.

1. La dottoressa ha chiarito che casi simili di manipolazione di adepti ce ne sono, un esempio fra tutti è Charles Manson, anche se riguarda ovviamente la realtà americana e non quella italiana che si comporta invece diversamente nel caso dei crimini seriali;

2. Ha poi aggiunto che è impossibile nella realtà che una persona coinvolta da una vittima o un testimone, possa continuare a lavorare al caso, ovviamente per questioni di procedure del tutto plausibili;

3. Di norma il serial killer non ha quell’aspetto che la tradizione cinematografica e televisiva ci presenta, ma piuttosto si presenta come un reietto della società, che nella maggior parte dei casi ha alle spalle una storia molto negativa.

4. Tornando invece alla serie in se, l’inaspettato è la chiave del successo racconta la Bruzzone, il fatto stesso che non vi sia una struttura chiara o comunque prevedibile nella storia.

5. Ed ha anche spiegato come questa realtà espressa nelle serie americane è diversa da quella che troviamo in Italia, certo alcuni sono certo ricorrenti,  ed è anche per questo apprezziamo così tanto le serie americane, per noi sono una realtà nuova.

La presentazione nella totalità è stata molto interessante e stimolante, e speriamo che quanto vi abbiamo raccontato abbia interessato anche voi.

The Following

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>