Dr. House promosso da L’Osservatore Romano

di Diego Odello Commenta

Dr House

Sembra strano me è vero: l’Osservatore Romano, l’organo di stampa della Santa Sede difende Dr. House e lo promuove in quanto non è mai scontato ma propone un itinerario eticamente buono (fonte La stampa).

A quanto pare, i pregi della serie sono tanti: lo show è contro l’aborto e l’eutanasia, non chiama bambino chi non è ancora nato e definisce accanimento terapeutico il tentativo di salvare una vita:

La conoscenza dei casi smentisce che aborto ed eutanasia siano davvero scelte libere, bensì nascono da costrizioni esterne e mutano in presenza di una valida alternativa umana, economica e sociale.

A completare l’incensamento di Dr. House va riportato che il personaggio interpretato da Hugh Laurie, che si dice ateo e gioca a confrontarsi con Dio, è in grado di sconfiggere quei nuovi diritti civili che in nome dell’autodeterminazione negano a bambini, anziani e disabili di essere persone e il suo essere cattivo serve a:

dare meno spazio al sentimentalismo e più fiducia al nostro essere fallaci (ma redimibili) esseri umani.

Saranno felici gli spettatori del medical drama, ma per favore non fatelo sapere ad House!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>