Dishonored da videogioco a serie tv? Si allude anche a Bioshock

di pask Commenta

L'autrice di Breaking Bad starebbe pensando alla realizzazione di un noto videogioco fps per una trasposizione a serie tv.

Dishonored è un videogioco sparatutto con elementi GDR con ambientazione mista fantasy e cyberpunk. Si pensa ad una serie tv?

In un articolo precedente vi ho parlato dell’eventualità di una serie tv tratta dal videogioco di God of War, che potrebbe ispirarsi alla già nota serie Netflix su The Witcher che a quanto pare ha già segnato l’ascesa dei videogames sottoforma di prodotti televisivi ad episodi.

L’idea è partita dall’autrice di Breaking Bad, Gennifer Hutchinson, che avrebbe postato qualche mese fa un twitter che facesse riferimento proprio al videogioco stesso ed alla voglia di scriverci un serial. Purtroppo altre notizie in merito non sono più sorte visto che il coronavirus sta bloccando mano a mano ogni progetto che sia in corso d’opera od in procinto di uscire. Se da un lato le riprese sono ferme, magari l’autrice potrebbe aver avuto il tempo di scrivere qualcosa a riguardo e presentarla come serie tv. Il twitter in questione è il seguente

«lasciatemi scrivere una serie TV su Dishonored, codardi!»

Una trama da serial

Se ancora non avete giocato ai videogames vi sconsiglio di leggere quanto segue per evitare spoiler

Il gioco si svolge a Dunwall, città immaginaria dove tecnologia retrofuturistica e paranormale coesistono nell’ombra. La città è flagellata da tempo da un’epidemia dilagante di peste, diffusa da un numero costantemente in aumento di ratti. L’Imperatrice Jessamine Kaldwin invia la sua fidata guardia del corpo, Corvo Attano, in altre nazioni per cercare di trovare un rimedio al terribile morbo, chiedendo aiuto ai sovrani degli altri domini. Purtroppo Corvo, al suo ritorno, non porta buone notizie: Dunwall è la prima ad essere stata colpita da una peste così aggressiva, quindi gli altri regni non sanno come aiutarla. Mentre Corvo riferisce questo all’Imperatrice, un assassino si materializza davanti a lei e la trafigge con la spada, poi prende Emily, la figlia dell’Imperatrice, e svanisce nel nulla con la ragazzina. Le guardie reali accorrono subito e trovando Corvo solo con a fianco il cadavere della sovrana, lo accusano di regicidio, lo arrestano e lo condannano a morte. L’Imperatrice è morta lasciando la città flagellata dalla peste e guidata da un governo militare oppressivo e armato di tecnologie neo-industriali. Prosegue su Wikipedia

La trama quindi è tanto lunga quanto complessa, perfetta per essere serializzata e se l’autrice di Breaking Bad, una serie così importante, è interessata allora lasciate che tutto questo sia fatto. Se non conoscete il gioco in questione allora potete cercarlo su tutte le piattaforme che siano console o pc.

Nei commenti comunque si è generato una vera e propria gara di interesse, con nomi importanti che sono intervenuti ed hanno avanzato anche personali proposte come ad esempio Rachel Langer (scrittrice The Order) che sembra interessata a scriverne una su Bioshock, altro capolavoro videoludico dall’ambientazione e trama straordinaria.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>