Demon Slayer nell’occhio del ciclone

di R. Staiano Commenta

a quanto pare l'evoluzione demoniaca di Nezuko, protagonista di Demon Slayer, ha suscitato non poche polemiche.

Demon Slayer è un anime molto famoso che potete guardare attualmente sulla piattaforma di Amazon Prime Video. Nell’ultimo paio di mesi però ha fatto discutere di se a causa di un’evoluzione della sua protagonista che ha diviso letteralmente internet. Ora si sa, che gli anime sono spesso portati all’esagerazione ma è subentrato un problema anche etico testimoniato da un professore.

La trama di Demon Slayer è la seguente, per chi non dovesse conoscerla: Giappone, Periodo Taishō. Tanjiro è il primogenito di una numerosa famiglia orfana del padre, che vive in un’isolata casa di montagna tra i boschi. Un giorno, tornando a casa dopo essere stato al villaggio a vendere il carbone, trova la madre e i fratelli massacrati, ad eccezione della sorella Nezuko che è stata trasformata in un demone, ma ha ancora qualche pensiero ed emozione umana. Tanjiro inizia così il suo viaggio in cerca di una cura per far tornare sua sorella di nuovo umana e per impedire che la stessa tragedia accaduta a loro possa accadere ad altri.

L’evoluzione di Nezuko è stato poi l’evento che ha fatto dividere il popolo di internet. Da un lato quella fetta affezionata di anime e ben consapevole delle, spesso succinte, animazioni che i personaggi femminili subiscono. Si sono incrociati talmente tanti pensieri che districarsi è una vera e propria impresa. Partiamo da Weebo che sbavano per qualsiasi cosa munita di forme abbondanti e ben disegnate. Poi ci sono gli otaku, che sono tipo i weebo ma più ragionevoli e che restano diciamo neutrali nella questione e si godono le opere in maniera tranquilla. Arrivamo al lato polemico di cui uno anche abbastanza grave: partendo dalle femministe che hanno palesato una notevole offesa nei riguardi di Nezuko sessualizzata con la crescita del seno mentre si trasforma in demone e che a loro detta offenderebbe l’immagine femminile e chi non ha un seno prosperoso. Insomma una polemica che potrebbe pure starci se ci allacciamo all’ultimo problema entrato in essere. A parlare poi c’è il Professor Soyboi (@PaxLillin) che ha realmente insegnato a classi di bambine dai 9-12 anni. La sua reazione alla sessualizzazione di Nezuko è la medesima delle femministe ma ha aggiunto una riflessione abbastanza pesante facendo leva sull’età della protagonista, 14 anni, e che le bambine guardando questi anime potrebbero subire conseguenze spiacevoli. Le sue parole per decidere se siete d’accordo o meno:

Ho insegnato a classi di ragazze di 9-12 anni che AMANO gli anime e pensano che Demon Slayer sia una delle cose più eccezionali del mondo, ma se pensate che disegnare personaggi femminili in questo modo non stia mandando loro uno strano messaggio per favore aprite gli occhi. Nezuko ha 14 anni e questa m***a è legittimamente dannosa. Non ho alcuna intenzione di difendere il design di Nezuko dicendo “oh, è la sua forma adulta”. La seconda stagione di Demon Slayer è talmente grandiosa che non hanno giustificazioni per non fare di meglio da questo punto di vista. Le mogli di Tengen sono fantastiche e ridurle a un paio di tette è solo una scelta di design pigra e povera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>