Day one, parlano: Addison J. Timlin, David Lyons, Jassie Alexander, Thekla Reuten, Julie Gonzalo

di Enrico Nanni Commenta

dayone_cast

Dopo l’apocalisse arriva su NBC Day One, della quale obiettivamente sapevamo un pò poco. Il piot è ancora in lavorazione, e la serie non verrà trasmessa prima dell’inverno del 2010, quindi dobbiamo aspettare ancora un pò.

Per il nostro grande piacere, tuttavia, e anche per ammazzare un pò l’attesa, NBC ci regala qualche video in cui i protagonisti parlano in brevissimi stralci di interviste effettuate durante le rirpese del pilot, raccontandoci a grandi linee le impressioni che, auspicabilmente, esperiremo mentre assisteremo al nuovo serial.

La prima a parlare è Julie Gonzalo, che ci racconta come il suo personaggio, tutto intento ad aiutare gli altri, tragga da ogni vicenda qualcosa che porta il suo personaggio a crescere, a diventare qualcosa di più, a crescere.

Parlando della serie, dice che Day One sarà qualcosa di insapettato, in cui, dopo le prime battute, ci si trova trascinati dalla “piena” della trama e degli eventi, dando in questo modo un senso di profondo coinvolgimento allo spettatore.

Jassie Alexander, il produttore della serie, dice che a volte, guardando Day One, avremo l’impressione di trovarci di fronte a un blockbuster d’azione, di quelli che in televisione non si vedono. E vedremo tutto questo proprio in televisione!

L’immagine che ha sempre ossessionato Alexander è sempre stata qulla di una trasformazione, enorme e repentina, del mondo quale noi lo conosciamo, in qualcosa di straordinario, di diverso, una trasformazione in senso prettamente “fantastico“.

L’idea di persone che non si conoscono, che si trovano a fronteggiare situazioni inconsuete insieme, e le conseguenti dinamiche psicologiche che prendono vita in situazioni simili, viene sottolineata anche da Thekla Reuten, che pone l’accento sui personaggi e sul loro collaborare, nonchè sui loro contrasti.

Ad Addison J. Timlin e David Lyons piace il ruolo da loro interpretato; Lyons in particolare racconta di come, a fronte degli accadimenti del film, il suo personaggio sia costretto a saltrare in piedi e attivarsi con un certo dinamismo; si tratta di una grande produzione in cui ne vedremo sicuramente delle belle, qualcosa forse potrebbe ricordarci Lost, soprattutto il rapporto che si instaura tra le persone di fronte a una minaccia. Attendiamo fiduciaosi altre news.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>