Black Mirror: Bandersnatch, lo show denunciato da una casa editrice americana

di Antonio Ruggiero Commenta

Chooseco una casa editrice americana, ha denunciato Black Mirror per l'utilizzo della formula Choose Your Own Adventure nello speciale Black Mirror: Bandersnatch

Chooseco , una casa editrice di libri per bambini del Vermont ha denunciato la serie televisiva Black Mirror per violazione di copyright nel corso dell’episodio speciale Black Mirror: Bandersnatch, distribuito dal colosso dello streaming Netflix a partire dallo scorso dicembre, ma parliamone meglio subito dopo il salto.

Black Mirror: Bandersnatch, la denuncia della casa editrice

A finire al centro della polemica è l’espressione Choose Your Own Adventure, che secondo la casa editrice ha dato il titolo ad una collana di libri che ha venduto svariate milioni di copie e dove, esattamente come accadeva all’interno dello show, erano le decisioni del lettore ad influenzare lo sviluppo della trama e vicende dei personaggi.

Pare che l’espressione fosse stata registrata dalla Chooseco, che eserciterebbe il controllo sull’utilizzo della formula in film, libri ed altri media. A detenere i diritti di Choose Your Own Adventure è la 20th Century Fox, che starebbe pensando di produrre un film basato sui libri. Pare quindi che Netflix abbia intenzionalmente usato questa formula per far leva su quelli che una volta erano dei lettori della collana di libri, senza tuttavia coinvolgere la Chooseco, che avrebbe chiesto un risarcimento pari a 25 milioni di dollari per la violazione del copyright. Vedremo come la piattaforma risponderà a queste accuse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>