ABC cancella Brothers and Sisters e V e ordina dodici nuove serie tra cui Good Christian Belles, Scandal e Last man standing

di Diego Odello 1

La ABC ha annunciato di aver cancellato Brothers and Sisters, V, No Ordinary Family, Detroit 1-8-7 e Off the map: le ultime tre serie erano già state date per spacciate qualche mese fa, mentre per B&S e V le chiusure sono dovute rispettivamente al mancato accordo con gli attori (alcuni volevano dedicarsi ad altro) e agli ascolti non soddisfacenti. Non ci saranno la prossima stagione nemmeno Mr. Sunshine (nel frattempo Matthew Perry è finito in rehab) e Better With You. Sono state rinnovate per la seconda stagione Happy Endings e Body Of Proof.

La rete ha ufficialmente ordinato dodici nuove fiction, cinque comedy e sette drama:

Charlie’s Angeles (in onda dal prossimo autunno), l’action dramedy con Minka Kelly, Annie Ilonzeh e Rachael Taylor;

Last man standing, la comedy di Tim Allen e Jack Burditt, con Tim Allen nei panni di un uomo tradizionale e virile in un mondo progressista, Nancy Travis in quelli di sua moglie, ed Hector Elizondo in quelli del capo del protagonista;

Apartment 23 (tagliando il titolo che in precedenza era Don’t Trust the Bitch in Apartment 23);

Good Christian Belles (ex Good Christian Bitches – pensata come la nuova serie compagna di Desperate Housewives) interpretata da Kristin Chenoweth, Jennifer Aspen, Miriam Shor, Marisol Nichols, Mark Deklin, David James Elliott, Brad Beyer e Annie Potts, con Darren Star produttore esecutivo;

Scandal, lo show di Shonda Rhimes ispirato alla carriera della consulente d’immagine Judy Smith;

Once Upon a Time, drama di Edward Kitsis e Adam Horowitz, con Jennifer Morrison nei panni di una donna che visita una città in cui le storie delle fiabe esistono davvero;

Pan Am, period drama ambientata negli anni sessanta, che racconta la vita dei piloti e delle hostess della compagnia aerea;

Revenge, rivisitazione moderna de Il conte di Monte Cristo;

The River, thriller di Oren Peli, ambientato in Amazzonia;

Work It, comedy in cui due venditori di automobili che perdono il posto di lavoro si travestono da donna per essere assunti come rappresentanti di una industria farmaceutica;

Suburgatory, comedy che racconta di una ragazza che si trasferisce da New York in periferia e scopre che la nuova realtà è peggio dell’inferno;

Man Up, la comedy di Chris Moynihan, che mostra come vive un uomo moderno, attraverso il punto di vista di tre suoi amici e delle loro rispettive compagne.

Non sono state ordinate: Georgetown, Grace, Hallelujah, Identity, Partners, Poe, Lost and Found, Other People’s Kids, Bad Mom e My Freakin’ Family.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>