24 day 8: Jennifer Westfeldt parla della “finta New York”

di Enrico Nanni Commenta

jennifer_westfeldt

Come sapete, quest’anno 24 ha spostato il palcoscenico a New York; tuttavia, aguzzate l’occhio la prossima volta che siete nel bel mezzo di una puntata del seguitissimo show: potreste provare una strana sensazione di estraniazione, e rendervi conto che, più spesso di quanto si immagini, le cose non sono quello che sembrano.

Parafrasando (quasi) David Lynch, il messaggio è che a volte i personaggi e gli eventi della serie non sembrano dove dicono di essere. A dare qualche spiegazione su questo strano fatto l’attrice ci pensa l’attrice Jennifer Westfeldt.

Questa ha infatti confermato di aver girato tutte le sue scene di fronte a un green screen. Il motivo – questo almeno è quello che pensa l’attrice – risiede nel fatto che il budget per girare le sue scene per tre settimane a New York non è stato approvato; tutto quello che doveva fare era quello di immaginare macchine e taxi, al posto del niente.

La Westfeldt, che non aveva mai lavorato con il green screen, si dice estremamente soddisfatta dell’esperienza, e aggiunge che per lavorare sempre e solamente in quelle condizioni sono necessarie notevoli doti di abilità e concentrazione. Aggiunge infine che presto tornerà a girare per 24, sempre con il green screen, il che significa che, tanto per darvi un minimo di spoiler, il suo personaggio è tut’altro che morto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>