Silicon Valley, T.J. Miller arrestato per finto allarme bomba

di Antonio Ruggiero Commenta

T.J. Miller, una delle star di Silicon Valley, è stato arrestato con l'accusa di aver diffuso un finto allarme bomba mentre era a bordo di un treno della Amtrak lo scorso marzo.

T.J. Miller, uno dei protagonisti della serie televisiva Silicon Valley, è finito al centro di una vicenda particolarmente incresciosa, dato che è stato preso in custodia dagli agenti federali ed accusato di aver diffuso un finto allarme bomba mentre si trovava su un treno della Amtrak lo scorso marzo, ma parliamone meglio subito dopo il salto.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, T.J. Miller avrebbe chiamato il 911 mentre si trovava a bordo di un treno Amrak in viaggio da Washington, D.C. a New York City, dichiarando che una donna con i capelli neri ed una sciarpa aveva una bomba nella sua borsa. Si presume che l’attore fosse ubriaco e che ha preso questa decisione in seguito ad uno scontro verbale con la donna, ma non è finita qui, dato che Miller ha anche fornito un numero di treno sbagliato, indicandone uno che stava andando in Connecticut e bloccandone quindi il servizio per diverse ore per permettere alle autorità di compiere degli accertamenti. L’attore deve rispondere quindi all’accusa di falsa testimonianza ed è stato rilasciato lo scorso martedì dopo aver pagato una cauzione di centomila dollari. Al momento rischia cinque anni di prigione qualora nel processo che verrà fatto a suo carico risulterà colpevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>